Parliamo di cucina

Colatura d’alici di Cetara, cos’è e come si utilizza

colatura d'alici di Cetara

La Colatura di Alici di Cetara: Un Tesoro del Mar Tirreno

La colatura di alici di Cetara è un prodotto gastronomico unico, ricco di storia e tradizione, che incarna l’essenza del mare e della cultura culinaria italiana. Originaria del piccolo borgo marinaro di Cetara, sulla Costiera Amalfitana, questa salsa ambrata è ottenuta dalle alici, un piccolo pesce azzurro, ed è famosa per il suo sapore intenso e la sua versatilità in cucina.

La Storia della Colatura di Alici

Le origini della colatura di alici risalgono all’epoca romana, quando il garum, una salsa fermentata di pesce, era molto apprezzata. Tuttavia, la colatura di alici di Cetara, come la conosciamo oggi, ha iniziato a svilupparsi nel Medioevo grazie ai monaci cistercensi. Questi monaci perfezionarono il processo di salatura e fermentazione delle alici, creando una salsa che divenne ben presto famosa per il suo sapore unico.

Nel corso dei secoli, la colatura di alici ha mantenuto una forte connessione con la vita quotidiana e la cultura di Cetara. Ogni famiglia di pescatori aveva la propria ricetta e metodo di produzione, tramandati di generazione in generazione. Oggi, la colatura di alici è riconosciuta come un prodotto tradizionale italiano di altissima qualità, celebrato non solo in Italia ma anche a livello internazionale.

 

Il Processo di Produzione

La produzione della colatura di alici è un processo artigianale che richiede tempo e attenzione ai dettagli. Tutto inizia con la pesca delle alici, che avviene solitamente in primavera e inizio estate, quando il pesce è al massimo della sua freschezza. Le alici vengono immediatamente pulite, private della testa e delle interiora, e stratificate con il sale in speciali contenitori chiamati “terzigni”, tipici barili di legno di castagno.

Le alici salate vengono poi coperte con un disco di legno e un peso, che serve a pressarle. Durante il periodo di maturazione, che dura circa sei mesi, le alici rilasciano un liquido che viene raccolto, filtrato e lasciato decantare. Questo liquido è la colatura di alici, che viene ulteriormente affinata attraverso un processo di filtraggio per eliminare le impurità e ottenere una salsa limpida e dal colore ambrato.

Caratteristiche e Usi in Cucina

La colatura di alici è caratterizzata da un sapore umami molto intenso, con note di mare e una leggera sapidità. È un condimento estremamente concentrato, per cui ne basta una piccola quantità per arricchire un piatto. La sua versatilità è uno dei suoi punti di forza: può essere utilizzata per esaltare il sapore di molte pietanze, dai primi piatti ai contorni, passando per le insalate e le verdure.

Uno degli usi più classici della colatura di alici è nel condimento degli spaghetti. Un piatto tradizionale vede la colatura mescolata con aglio, prezzemolo, peperoncino e olio extravergine di oliva, creando un sugo semplice ma ricco di sapore. La colatura può anche essere aggiunta a salse per carne o pesce, o usata come condimento per verdure grigliate o bollite.

 

 La Colatura di Alici Oggi

Oggi, la colatura di alici di Cetara è protetta e valorizzata da produttori locali che continuano a seguire metodi tradizionali, garantendo un prodotto di altissima qualità. Cetara celebra questo tesoro culinario con una festa annuale, la “Festa della Colatura di Alici”, che si tiene a dicembre. Questo evento è un’occasione per degustare piatti tradizionali, partecipare a workshop e scoprire le tecniche di produzione direttamente dai maestri colatori.

Puoi seguirmi anche su FacebookTwitter

oppure su Instagram o Pinterest

Iscriviti al mio canale YouTube

Puoi seguirmi anche su FacebookTwitter

oppure su Instagram o Pinterest

Iscriviti al mio canale YouTube

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *