ANTIPASTI

Vellutata di zucchine e ricotta salata

vellutata di zucchine e ricotta salata

vellutata di zucchine e ricotta salata

 

Il cielo è plumbeo e l’aria frizzante. Questa è la sera giusta per inaugurare la stagione delle zuppe, delle vellutate e delle minestre. Quando fuori è buio e per nulla al mondo vorremmo uscire di casa ,  non c’è niente di meglio che restarsene sul divano,  avvolti dal tepore di un felpone  e mangiare una vellutata calda .

Basta davvero poco per sentirsi coccolati  e questa vellutata di zucchine e ricotta salata è un vero comfort food. In realtà si tratta di un piatto di passaggio tra l’estate con le zue zucchine fiorenti e il fresco profumo della menta e l’autunno con i  suoi cibi caldi e corposi. Insomma un po’ d’estate che si tuffa nell’autunno.

Prepara questa vellutata di zucchine e ricotta salata per la cena .Sarà un ottimo piatto sia da gustare in solitudine  sia da offrire ai tuoi amici , magari come antipasto. Fidati, ti fara fare una bella figura, perchè non è una banale purea di zucchine: c’è la menta che regala freschezza e il cui sapore si sposa divinamente con quello delle zucchine e poi c’è la ricotta salata, che da una grande spinta di sapore al piatto.

Dai, salvati al ricetta di questa vellutata di zucchine e ricotta salata , così potrai prepararla anche tu.


Per non perderti la mia prossima video-ricetta ISCRIVITI GRATUITAMENTE al mio canale YouTube  QUI—-> la cucina di Rita  Clicca anche sulla campanella per attivare le notifiche  ene riceverai una ogni volta che pubblicherò un nuovo video ( solitamente il lunedì e il giovedì)

vellutata di zucchine e ricotta salata

 

  • DIFFICOLTA: facile
  • COSTO: basso
  • TEMPO DI PREPARAZIONE: 45 ‘ circa
  • INGREDIENTI per 4 persone:600 g di zucchine, 100 g di ricotta salata, 1/2 cipolla, 1/2 litro di brodo vegetale, qualche fogliolina di menta fresca( io ne ho usate 4), sale, pepe, olio extravergine

 

PREPARAZIONE:

  1. Lavate le zucchine spuntatele e tagliatele a rondelle. Non preoccupatevi troppo del taglio e della grandezza, perchè una volta cotte andranno frullate.
  2. Versate un paio di cucchiai d’olio in una pentola e affettate sottilmente la cipolla
  3. Lasciate soffriggere la cipolla qualche minuto e quando sarà dorata aggiungete le zucchine
  4. Fatele saltare qualche minuto a fiamma vivace, poi salatele e aggiungete del pepe
  5. Coprite le zucchine con il brodo vegetale, ne servirà circa mezzo litro. Coprite con un coperchio e portatele a cottura.
  6.  Trascorsi circa 30 minuti, controllate con i rebbi della forchetta che le zucchine siano cotte.
  7. Travasate le zucchine in un mixer, aggiungete la ricotta salata a pezzetti e le foglie di menta.
  8. Aggiungete anche il liquido di cottura delle zucchine , ma non tutto insieme.
  9. Iniziate a frullare e aggiustate la consistenza della vostra vellutata aggiungendo liquido poco per volta
  10. versate la vellutata nei piatti  e terminate con un filo d’olio extarvergine
  11. Decorate la vostra vellutata di zucchine con della ricotta salata grattugiata a julienne e una fogliolina di menta fresca

I miei consigli

  • Se non riesci a trovare la ricotta salata puoi sostituirla con un altro formaggio di pecora semistagionato
  • Puoi conservare la vellutata in frigorifero per 2 giorni all’interno di un contenitore con coperchio
  • Puoi servire la tua vellutata accompagnandola da crostini di pane, meglio ancora se strofinati con uno spicchio d’aglio ( sempre che l’aglio ti piaccia)

La vostra vellutata di zucchine e ricotta salata è pronta. Servitela calda è…

Buon appetito

Cuoca Rita

 

Se vuoi ricevere GRATIS LE MIE RICETTE VIA MAIL, spunta l’apposita casella che trovi in fondo all’articolo, dopo lo spazio destinato ai commenti 😉

 

Puoi seguirmi anche su FacebookTwitter

oppure su Instagram o Pinterest

Iscriviti al mio canale YouTube

vellutata di zucchine e ricotta salata

Se vuoi collaborare con me vai a Contattami

oppure torna alla Home,

o prosegui la tua navigazione tra

gli Antipasti, i  Primi, i Secondi oppure tra

Contorni, i Dolci o i Lievitati

 

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *