Parliamo di cucina

Forno statico o forno ventilato, come scegliere?

 forno statico o forno ventilato

Forno statico o forno ventilato?

In molti mi chiedete consiglio riguardo la cottura in forno e mi esponete le vostre frequenti difficoltà. La cottura in forno risulta infatti più articolata rispetto a quella sui fornelli e si rischia di cadere in errore con facilità: torte che non lievitano, cibi che cuociono solo fuori e rimangono crudi dentro o temperature e tempi delle ricette che non corrispondono a quelli effettivi. Come regolarsi?

Proverò in maniera semplice a darvi delle indicazioni .

 

Innanzitutto possiamo dire che i forni si dividono in FORNI A GAS  e FORNI ELETTRICI. 

A loro volta i forni elettrici possono essere STATICI O VENTILATI.

 

I forni a gas ormai rari (io cuocio con un forno a gas) per modalità di cottura possono essere avvicinati a quelli statici. Vediamo perche:

FORNO STATICO:

Questa modalità di cottura funziona per irraggiamento. Nello specifico il calore viene irradiato mediante resistenze nella parte inferiore e superiore del forno (i forni a gas rientrano in questa categoria, ma il calore parte solo dalla parte inferiore).la cottura è più lenta e delicata ma anche meno uniforme. E’ da preferire per la cottura dei lievitati e quindi:

  • pane
  • pizza
  • focacce
  • torte
  • ciambelle
  • brioche
  • cornetti
  • Pan di spagna

 

FORNO VENTILATO:

Questo tipo di forno prevede la presenza di una  ventola che, muovendo l’aria, consente di cuocerei cibi  per convezione in maniera veloce e uniforme. E’ da consigliare per la cottura di cibi che devono rimanere morbidi all’interno e croccanti all’esterno. Inoltre , in un forno ventilato è possibile cuocere più pietanze differenti senza che gli odori si mescolino. nel forno ventilato è meglio cuocere:

  • pasta al forno
  • lasagne
  • carne
  • pesce
  • verdure gratinate
  • crostate
  • biscotti
  • tortini dal cuore cremoso
  • sformati di patate e verdure
  • patate arrosto
  • torte salate di sfoglia o brisè

Cosa fare se si possiede un vecchio forno a gas oppure un forno soltanto statico e dobbiamo cuocere un cibo che preferisce la cottura nel forno Ventilato: sarà sufficiente aumentare di 5-10  minuti i tempi di cottura. Quindi se la ricetta che state seguendo prevede una cottura di 30 minuti a 200° in forno ventilato, voi imposterete il vostro forno statico o a gas a 200° per 35-40 minuti

 

Al contrario, se possedete soltanto un forno ventilato e dovete cuocere del pane o un dolce come regolarsi? Riducete la temperatura di circa 20° e controllate spesso il cibo che state cuocendo.

 

Spero di aver fatto un po’ di chiarezza riguardo la scelta della cottura nel forno statico o forno ventilato. Per qualsiasi dubbio sono qui a vostra disposizione e …

Buona cottura

cuoca Rita

 

Puoi seguirmi anche su FacebookTwitter

oppure su Instagram o Pinterest

Iscriviti al mio canale YouTube

 

Se vuoi collaborare con me vai a Contattami

oppure torna alla Home,

o prosegui la tua navigazione tra

gli Antipasti, i  Primi, i Secondi oppure tra

Contorni, i Dolci o i Lievitati .

 

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *