DOLCI la scuola

Bignè: impasto base per pasta choux

bignè

bignè

 



 

La fame esprime un bisogno: quello di essere saziati.

La cucina invece, eccede la sazietà, va oltre il necessario,

ambisce a soddisfare il piacere.

(Heinz Beck)

 

Tra due giorni sarà la Festa del papà e i preparativi ,quelli segreti e quelli alla luce del sole, fremono. Immancabili saranno le zeppole e sarebbe un’idea carina farsi aiutare dai bambini per prepararle. Certo, non si tratta di una preparazione semplicissima , magari voi mamme fate il più e ai bambini lasciate il compito di mettere la crema e l’amarena.

Per fare le zeppole viene utilizzata la pasta choux, la stessa che si adopera per i bignè. Il nome di questa pasta ( che deriva dal termine francese chou, cavolo) è curioso: pare che in origine venisse realizzata con le patate e servisse per confezionare, con l’aiuto di due cucchiai, piccole palline a forma di cavoletti. Attorno al 1760 le patate furono sostituite da un roux ( un composto di farina e burro) e venne creata la pasta conosciuta attualmente. Viene utilizzata per preparare bignè, zeppole, èclair e corone.

Come vi accennavo prima questo impasto non è semplicissimo da preparare e soprattutto richiede parecchia accortezza durante la cottura. Vedrete i vostri bignè gonfiarsi nel forno, ma dovrete fare attenzione a non aprire lo sportello  altrimenti lo shock termico li farà sgonfiare in pochi secondi. Quindi , una volta cotti, spegnete il forno ma lasciatelo chiuso. Dopo mezz’ora aprite solo una fessura ( lasciate un cucchiaio di legno incastrato nello sportello) e tirate fuori dal forno i vostri bignè solo quando saranno ben freddi.

Dai, vieni assaggia anche tu un piccolo bignè! Buono vero? Ti scrivo la ricetta cosi potrai sbizzarrirti anche tu  creando piccoli pasticcini.

 

 

  • DIFFICOLTA: medio-alta
  • COSTO: basso
  • TEMPO DI PREPARAZIONE: 20’+ 30′ cottura
  • INGREDIENTI: 80 g di burro, 120 g di farina, 200 ml di acqua, 3 uova, 1 pizzico di sale, 1 pizzico di zucchero.

bignèVersiamo l’acqua in una piccola casseruola, aggiungiamo il burro, il sale e lo zucchero e portiamo a bollore.

 

bignè  bignèTogliamo la casseruola dal fuoco e appena perde il bollore, versiamo la farina. Mescoliamo con un cucchiaio di legno, riportiamo sul fuoco  e facciamo cuocere il composto per un paio di minuti mescolando continuamente.

 

 

bignèTravasiamo la preparazione in una ciotola e mescolando energicamente incorporiamo un uovo alla volta, sempre aspettando che l’uovo precedente sia stato completamente assorbito. Non vi preoccupate se in questa fase il vostro impasto avrà uno strano aspetto. Quando tutte le uova saranno stata ben incorporate il nostro impasto base per bignè avrà una consistenza collosa.

 

Ora possiamo passare alla preparazione dei bignè, delle zeppole o di altri piccoli dolcetti. Travasate l’impasto ottenuto in una sacca da pasticcere  e utilizzate la bocchetta tonda per i bignè, quella a stella larga per le zeppole.

I vostri bignè dovranno cuocere i primi 15 minuti a 200° e i successivi 15 a 170° e ricordate di evitare lo shock termico ai vostri bignè quando saranno cotti e …

Buon appetito


 

Se non vuoi perderti nessuna delle mie video-ricette ISCRIVITI al mio canale YouTube che trovi QUI


 

Cuoca Rita

Puoi seguirmi anche su FacebookTwitter

oppure su Instagram o Pinterest

Iscriviti al mio canale YouTube



Torna alla Home,

oppure prosegui la tua navigazione tra

gli Antipasti, i  Primi, i Secondi oppure tra

Contorni, i Dolci o i Lievitati .

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti...

4 commenti

  1. Modestina dice:

    Dovendo fare più infornate,come si fa a fare raffreddare nel forno i bignè o le zeppole?Grazie

    1. cuocarita dice:

      Purtroppo non esiste un trucco Modestina, devi aspettare che si raffreddino pian piano

  2. Francesca dice:

    Quanti ne vengono approssimativamente con queste dosi??

    1. cuocarita dice:

      Francesca , dipende da quanto li farai grandi. Approssimativamente saranno 20-25 bignè piccoli (tipo profiterolles), se farai delle zeppole ne verranno circa 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *