Carciofo spinello-2

 



 

Il carciofo, Cynara scolymus, é una pianta originaria dell’Africa del Nord e del bacino del Mediterraneo che raggiunge l’altezza di circa 100-120 cm.

Le infiorescenze sono consumate nelle cucine di tutto il mondo prima del momento della fioritura. Le foglie sono molto spesse ed hanno un colore che vira al violetto.
Il carciofo è un ortaggio longevo molto decorativo grazie alle sue grandi foglie ed ai suoi fiori blu-violacei
carciofo
Si mangia il ricettacolo (il fondo di carciofo) e il suo gambo.I peli che si tolgono e che si trovano all’interno sono le parti che poi si svilupperanno in fiori.
Alla sua famiglia botanica appartengono molte piante conosciute e utilizzate come prodotti alimentari o come piante medicinali: il dente di leone (tarassaco), la lattuga, la cicoria, la bardana, la centaurea, la barba di becco, la scorzonera, il tanaceto, l’artemisia, il cardo mariano, la camomilla, l’arnica, ecc.

Sul mercato esistono diverse qualità di carciofo, tondeggianti o allungati, con spine o senza, in diverse tonalità di verde e con sfumature violacee. Le varietà di carciofo coltivate nel mondo sono circa 90.

Era utilizzato come alimento fin dal popolo egiziano ed in seguito dai greci e dai romani.

 

 

artichoke-417624_640

 

                         

                Benefici

Le sue proprietà sono contenute nella cinarina, la sostanza aromatica che gli conferisce il caratteristico sapore amaro e molte delle sue proprietà benefiche e terapeutiche. Il carciofo è ricco di potassio e sali di ferro, mentre ha una scarso contenuto a livello di vitamine. Troviamo poi alcuni zuccheri consentiti ai diabetici, come mannite e inulina e altri minerali come rame, zinco, sodio, fosforo e manganese.

 
Proprietà Curative 
 

L‘organo che trae maggior beneficio dalle proprietà del carciofo è il fegato; la cinarina, i cui benefici vengono disattivati dalla cottura (per questo motivo è meglio consumare il carciofo crudo), favorisce la diuresi e la secrezione biliare. Secondo recenti ricerche scientifiche è stato dimostrato che mangiare carciofi contribuisce al benessere del nostro organismo e soprattutto a prevenire diverse malattie. Il carciofo ha proprietà digestive e diuretiche e, grazie alla presenza di inulina permette di abbassare i livelli di colesterolo; inoltre, nel cuore del carciofo è presente un antiossidante, che è in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari. Le sostanze con proprietà antiossidanti contenute nel carciofo hanno una potenziale attività antitumorale che è tutt’ ora oggetto di ricerche onde poterne confermare la veridicità.

artichokes-779553_640

La qualità “bardana” del carciofo, particolarmente apprezzata, ha un effetto depurativo soprattutto per quanto riguarda la pelle, specialmente quella molto grassa, ma anche in caso di acne e foruncoli in genere.Conosciute sin dall’antichità sono le sue proprietà digestive.

Se si vuole “spezzare” il languore prima dei pasti, non c’è nulla di meglio del carciofo.( appena 22 kcal per 100 g). Si consiglia di mangiarlo crudo, con un po’ di limone per attutire il gusto amaro e anche perché in questo modo possono essere conservati integri tutti i suoi principi nutritivi che altrimenti andrebbero persi con la cottura. Occorre però sceglierli con accortezza: devono essere molto freschi cioè il gambo si deve spezzare con la pressione di un dito e non si deve piegare, sarebbe opportuno mangiare anche il gambo e le foglie, ricche di sostanze salutari.

CONTROINDICAZIONI: devono evitare l’assunzione di carciofi tutti quelli che soffrono di calcoli perchè l’effetto stimolatore di produzione di bile può provocare in questi soggetti dei crampi e delle coliche dolorosissime. Le donne che stanno allattando devono tenersi alla larga dal carciofo perchè questo ostacola la produzione del latte.

 

 

Rimedi della nonna: 

DECOTTO AL CARCIOFO  PER DEPURARE IL FEGATO E COMBATTERE IL COLESTEROLO.

Occorrono 25 grammi di foglie di carciofo essiccate ( circa 20 foglie ) e
150 cl di acqua.
Far bollire le foglie per circa 15 minuti, subito dopo filtrare e lasciare intiepidire.

Si consiglia di berne almeno tre tazze al giorno.

 

allora, consumiamo i carciofi sia crudi che cotti e…

buon appetito

Se non vuoi perderti nessuna delle mie video ricette ISCRIVITI al mio canale YouTube che trovi QUI

 

2 commenti

I commenti sono chiusi